Cerca nel Blog

lunedì 14 gennaio 2013

Ridurre le dimensioni dei file con FileSplitter

Limiti invalicabili sono posti innanzi all'uomo in questo mondo. Naturalmente non mi riferisco ai limiti della decenza od a quelli imposti dalla vita sociale e dalla religione: i limiti invalicabili sono le dimensioni massime dei supporti di memoria...
CD, DVD, file compressi in formato zip e file system FAT32 limitano la libertà di sharing con i loro malefici vincoli fatti da MegaByte e restizioni dimensionali.
Fortunatamente il web offre pletore ben fornite di novelli Mosè pronti a liberarci dalle catene dell'oppresione con software gratuiti di file-splitting. Grazie a questi programmi possiamo dividere i file troppo grandi in parti di dimensioni più ridotte che verranno poi riassemblate nel momento del bisogno. Come anticipato, la possibilità di suddividere file in segmenti di dimensioni più ridotte ci permette di utilizzare anche mezzi di emergenza per trasmettere i nostri file.

Schermata Principale di FileSplitter

FileSplitter è uno dei tanti programmi messi a disposizione dal web gratuitamente ed ha il vantaggio di essere portabile (portable) ovvero di non richiedere installazione e di potere essere eseguito su qualunque macchina che abbia installato un sistema operativo Windows Xp o superiore.
Il programma è di una facilità disarmante (quasi da lamer) con un'interfaccia a due schede: la prima per divide un file in segmenti e la seconda per riassemblarlo. Non credo siano necessarie grosse spiegazioni od avvertenze, ma se occorre sono sempre a disposizione: commentate e vi sarà risposto.

1 commento:

  1. Ok... l'articolo ha preso un tono eccessivamente biblico, ma FileSplitter rimane un software utile per i casi di emergenza... ;-)

    RispondiElimina

Lascia un commento. Condividi la tua opinione. Inizia il dialogo.